testata-pere-texture

Gli italiani scelgono i Superfood

 , Venerdì, 21 Aprile 2017. postato in Pericoltura & Co.

Gli italiani scelgono i Superfood
Italiani salutisti e pronti a utilizzare gli alimenti e i cosiddetti superfood per preservare il benessere generale e la salute. Una tendenza emersa dalla Global Survey di Nielsen “Health/Wellness: food as medicine”, un’importante sondaggio condotto su un campione di 30.000 individui in 63 Paesi, tra i quali l’Italia, con lo scopo di analizzare l’evoluzione degli stili alimentari e cogliere nuovi trend in anticipo. Gli italiani si vogliono bene e vogliono mangiare altrettanto bene, evitando il più possibile quei cibi che scienziati e nutrizionisti hanno bollato come dannosi, soprattutto se assunti in grande quantità.

Tra le tendenze rilevate dal sondaggio quella di un maggior consumo di frutta e verdura: il 40% degli intervistati ha dichiarato che nei prossimi 12 mesi aumenterà le quantità di prodotti freschi, ormai ritenuti fondamentali per la salute. Tra le intenzioni anche quella di ridurre il consumo alimenti ricchi di zuccheri e dolciumi; di aumentare quello di riso e cereali; di tagliare le porzioni di cibo introdotto durante i pasti; di mangiare meno snack e naturalmente di utilizzare i superfood per migliorare la salute. Spazio dunque, a quei cibi che garantiscono benefici aggiuntivi al corpo come i fagioli per introdurre proteine vegetali e sostituire in parte quelle della carne, il come antiossidante, gli Omega 3 del salmone e delle noci e lo yogurt, prezioso per il benessere intestinale.

E gli italiani cosa preferiscono? Il nostro Paese è il primo tra i grandi Paesi europei per il consumo di bacche di Goji (16% degli intervistati vs meno del 6% in Germania, Gran Bretagna e Spagna). Sette italiani su dieci (68%) sono convinti che questa bacca possa essere utilizzata a scopo curativo come multivitaminico naturale, sostegno al sistema immunitario, regolazione della glicemia. Il secondo superfood ritenuto più salutare è la curcuma, spezia giudicata benefica dal 62%. Il 27% consuma spesso anche un altro tipo di bacca, ovvero il mirtillo. Naturalmente gli italiani possono già beneficiare di quella che potrebbe essere definita “Superdiet” perché il regime dietetico mediterraneo è certamente capace di garantire salute e benessere all’individuo. Ma occorre uno sforzo maggiore per educare le persone a far diventare le intenzioni, reali tendenze di consumo. Spazio, dunque, a una un sistema di informazione capillare sui cibi salutari che andrebbero introdotti nella dieta, come chiede – sempre secondo la Global Survey di Nielsen – il 42% delle persone intervistate.

Gli italiani fanno, infatti, molta attenzione a packaging ed etichette: Il 48% degli intervistati legge le etichette nutrizionali con particolare attenzione, mentre per il 34% sono il mezzo fondamentale per verificare la genuinità degli ingredienti. Il 21% degli intervistati, inoltre, dichiara di ricorrere direttamente al parere di medici, famigliari e siti web sulla salute, il 20% fa ricorso a dietologi o a riviste, il 14% a programmi televisivi o alle etichette sugli scaffali, il 10% a blog dei consumatori. Perché la salute degli italiani, come molti altri aspetti della società, passa anche dal web e dai social media.

FONTE: Nielsen

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

MAIN SPONSOR

  • BPer Banca
  • A&A
  • Camera di Commercio di Ferrara
  • 1
logo-futurpera-white

Futurpera Srl
Sede legale: via Bologna 534
44124 Ferrara (FE)
P.IVA/C.F: 01932780388
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Iscr. reg. Impr. Ferrara n. 01932780388
REA FE  211148 | Cap. Soc 50.000,00 euro
Soci: Organizzazione Interprofessionale Pera, Ferrara Fiere Congressi s.r.l.

Contatti

Segreteria organizzativa

Via della Fiera, 11 - Ferrara
MAIL Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
TEL. 0039 0532 900 713
MOB. 0039 348 89 86 396

Ufficio stampa e comunicazione
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ufficio stampa e comunicazione estero
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Social Network