testata-frutteto-e-macro

FuturPera apre le porte alla pericoltura di qualità

Inaugura il 19 novembre la prima fiera italiana dedicata all’intera filiera della pera. Nei padiglioni di Ferrara Fiere le migliori aziende del settore, incontri tecnici e Interpera, il più importante convegno mondiale dedicato alla pera

FERRARA – Il conto alla rovescia è iniziato, tra poche ore FuturPera – Salone Internazionale della Pera aprirà le porte sulle eccellenze della pericoltura internazionale, dalla produzione al consumo. L’evento, ideato e organizzato da Ferrara Fiere e Oi Pera (Organizzazione Interprofessionale Pera) inaugurerà il 19 novembre e continuerà nei padiglioni di Ferrara Fiere e in città, per gli eventi legati all’enogastronomia, fino al 21 novembre.

Tre giorni che inizieranno come da tradizione con il taglio del nastro alle ore 11 – la manifestazione sarà comunque aperta dalle 9 - alla presenza del viceministro alle Politiche Agricole Andrea Olivero, del sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, dei rappresentanti delle Organizzazioni Professionali Agricole e naturalmente dagli organizzatori, il presidente di Ferrara Fiere Filippo Parisini e il presidente della società FuturPera srl Stefano Calderoni e dai rappresentanti dei tre principali sostenitori: Cassa di Risparmio di Cento, Camera di Commercio di Ferrara e A&A. Tre giorni che vedranno innanzitutto una prestigiosa parte espositiva dove incontrare le più importanti aziende del settore, dal vivaismo alla commercializzazione, senza dimenticare le attrezzature, la logistica e le aziende di agrofarmaci.
Per la parte convegnistica giovedì 19 inizieranno, a partire dalle 9, i primi appuntamenti di Interpera, il più importante convegno mondiale dedicato alla pericoltura che continuerà anche venerdì 20 novembre. Nel corso della prima giornata di lavori si parlerà, in mattinata, di produzione nell’Emisfero Nord, analisi degli stoccaggi nei principali paesi produttori, previsioni per la campagna di commercializzazione 2015-16 e consuntivo di produzione nell’Emisfero Sud con previsioni per la campagna di commercializzazione 2016. Nel pomeriggio, invece, si discuterà di nuove tecnologie legate alla logistica, barriere fitosanitarie, strategie di difesa contro la cimice asiatica, metodi chimici e fisici per la difesa a basso impatto ambientale e non mancheranno alcuni interventi sulla promozione del consumo delle pere in Europa.
Di alto profilo anche gli appuntamenti tecnici organizzati dalle aziende espositrici, a partire dal convegno “Il pero: tra mercato, tecnica e sostenibilità” organizzato dal Consorzio Agrario di Ferrara, in collaborazione con Astafrutta Altedo (ore 16.00 in Sala Blu) e “Il futuro della pera passa anche attraverso un’efficiente difesa”, incontro tecnico organizzato da Du Pont (ore 16.30 Sala Rossa).
L’intera filiera pericola, dunque, unita a FuturPera grazie a un filo conduttore importante, quello dell’innovazione: dalla nuova ricerca varietale, a tecniche di produzione più sostenibili e a basso impatto ambientale, da nuove forme di aggregazione per favorire la commercializzazione – con Opera e Origine Group in prima linea – a una nuova attenzione alla salute del consumatore e alla promozione delle indiscusse qualità del prodotto.
Innovazione che significa anche nuove tecnologie, grazie al progetto di realtà aumentata ExPearience sviluppato da Tecnograph su piattaforma Wikitude e promosse da FuturPera e Centro Servizi Ortofrutticoli di Ferrara che condurrà il pubblico attraverso un’esperienza davvero coinvolgente. Scaricando la App Wikitude, disponibile sia per IOS che per Android e inquadrando le 2 installazioni all’ingresso della Fiera, le pere del territorio inizieranno a raccontare la loro storia e la loro origine ai visitatori che vorranno, letteralmente, “coglierle” e ascoltarle.

E se FuturPera è una fiera che parla a tutti gli attori della filiera, non potevano mancare gli eventi dedicati all’enogastronomia e alla scoperta della pera in tavola. Nei giorni della manifestazione ci sarà in centro storico “La Città del Gusto”, una serie di appuntamenti nei ristoranti e nei caffè della città per far promuovere il consumo di un frutto di qualità che si presta a ricette deliziose, sia tradizionali che originalissime. Aperitivi, interi menu, e degustazioni tutte rigorosamente a base di pera aspettano tutto il pubblico dell’evento per scoprire davvero la pera da tutti i punti di vista.

Ricordiamo che FuturPera rimarrà aperta dal 19 al 21 novembre dalle 9 alle 18.30 con accesso gratuito previa registrazione che può essere effettuata anche on line sul sito www.futurpera.com. Sul sito si trovano tutte le informazioni e i programmi dei convegni e di Interpera

FuturPera è promosso da Ferrara Fiere e Oi Pera in collaborazione con Regione Emilia – Romagna e Fondazione Navarra e con il contributo di Comune e Provincia di Ferrara, Cia, Coldiretti e Confagricoltura e tre main sponsor: Cassa di Risparmio di Cento, Camera di Commercio di Ferrara e A&A.

Info per la stampa: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

logo-futurpera-white

Futurpera Srl
Sede legale: via Bologna 534
44124 Ferrara (FE)
P.IVA/C.F: 01932780388
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Iscr. reg. Impr. Ferrara n. 01932780388
REA FE  211148 | Cap. Soc 50.000,00 euro
Soci: Organizzazione Interprofessionale Pera, Ferrara Fiere Congressi s.r.l.

Contatti

Segreteria organizzativa

Via della Fiera, 11 - Ferrara
MAIL Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
TEL. 0039 0532 900 713
MOB. 0039 348 89 86 396

Ufficio stampa e comunicazione
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ufficio stampa e comunicazione estero
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Social Network

 

Esposizione certificata